Quanti siamo, dove siamo, come viviamo?

Dall’estate del 2013 la popolazione mondiale ha superato i 7 miliardi di abitanti. Come vedi da questo cartogramma relativo alla popolazione mondiale (una speciale carta in cui la grandezza dei paesi è proporzionata al numero di abitanti)  è in Asia che si concentra la maggior parte della popolazione mondiale.Population7billion

Fonte http://www.worldpopulationatlas.org/interactive.htm

inside the circle

“Ci sono più persone che vivono in questo cerchio che al di fuori di esso”

Questa GIF mostra come la distribuzione mondiale della popolazione sia variata dal 1950 e come continuerà a variare, secondo alcuni studiosi, fino al 2100. (Per leggere l’articolo originale in inglese e avere altre informazioni clikka qui)

Se poi guardiamo alla distribuzione della ricchezza otteniamo quest’altro cartogramma che ci dimostra quanta differenza disparità ci sia tra popolazione e distribuzione della ricchezza. Paesi e continenti interi che nella prima immagine apparivano grandissimi (per il gran numero di abitanti: India, Africa, Cina) sono qui rappresentati in modo molto ridotto, mentre paesi che lì apparivano piccolissimi (Australia, Europa) ora paiono decisamente più grandi.

distr ricch

Del resto secondo o il Rapporto 2016 Grandi disuguaglianze crescono di Oxfam, gli otto super miliardari censiti da Forbes, detengono la stessa ricchezza che è riuscita a mettere insieme la metà della popolazione più povera del globo: 3,6 miliardi di persone.

Per saperne di più;

http://www.internazionale.it/notizie/2017/01/16/otto-uomini-ricchezza-oxfam

http://www.repubblica.it/economia/2017/01/16/news/disuguaglianze_in_aumento_otto_super_paperoni_hanno_stessa_ricchezza_di_meta_dell_umanita_-156110150/

 

 

Annunci

Le vere dimensioni dell’Africa

mappamondo.900x600

Le vere dimensioni dell’Africa. Quanto è grande – davvero – l’Africa? La carta geografica attualmente in uso, quella di Mercatore (dal nome del cartografo fiammingo che la introdusse) non le rende giustizia. Il continente africano potrebbe tranquillamente “contenere” Europa, Stati Uniti, Cina e India. Mentre la maggior parte di noi, guardando le carte geografiche tradizionali, se l’immaginerebbe poco più grande degli Stati Uniti. Un problema di proiezioni cartografiche “viziate” dal periodo storico in cui furono elaborate: quella di Mercatore risale all’epoca del colonialismo europeo, quando i coloni avevano bisogno di sentirsi “più grandi” e potenti. (fonte http://www.focus.it/comportamento/scuola-e-universita/25-carte-geografiche-che-non-vi-hanno-fatto-vedere-a-scuola?gimg=56556#img56556)

true-size-of-africa.900x600

Vai al seguente link per poter ingrandire l’immagine ecomprender meglio http://www.focus.it/comportamento/scuola-e-universita/25-carte-geografiche-che-non-vi-hanno-fatto-vedere-a-scuola?gimg=46252#img46252

La vera dimensione dei Paesi Tutte le mappe hanno un problema: riuscire a trovare un giusto compromesso col problema di rappresentazione del globo come un’immagine piatta La Proiezione di Robinson è una carta proiettiva usata comunemente sin dagli anni ’60 per mostrare il globo in bidimensione in un’unica carta. Ma non rende giustizia della vera dimensione dei Paesi e dei continenti, che come si vede nella mappa in alto, è ben diversa. Africa, Brasile, Spagna – solo per fare tre esempi – sono ben più vasti di quanto ci sembra dalle mappe comuni.