– Che fai? – mia moglie mi domandò, vedendomi insolitamente indugiare davanti allo
specchio.
– Niente, – le risposi, – mi guardo qua, dentro il naso…

Ecco l’incipit di uno dei più noti romanzi di Pirandello “Uno, nessuno e centomila”, un invito a riflettere sul modo in cui vogliamo apparire e su come gli altri, chi ci è vicino, chi vive accanto a noi, chi ci circonda nella vita di tutti i giorni, ci percepisce. L’incipit di un cammino alla ricerca dell’identità tra lucidità e follia.

Clicca qui, sul titolo del brano _Mia moglie e il mio naso

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...